Sabato 27 giugno – Sui pascoli di Valchiavenna

Sabato 27 giugno 2020

Sui pascoli di Valchiavenna

Un’escursione su terreno facile, di dislivello contenuto (circa 600 metri), ma di grande fascino alpino. E’ un percorso scelto per avvicinare all’alta montagna anche i meno allenati e che raccomando particolarmente. Si parte da Fraciscio (frazione di Campodolcino, SO), paese natale di San Luigi Guanella (1842-1915), e si giunge a Motta, tra boschi d’abete e pascoli ariosi, affacciata sui tremila che separano la Valchiavenna dalla Svizzera. Con due sorprese: una naturale e una…

COSA VEDREMO: panorami a perdita d’occhio, un famoso laghetto alpino (il Lago Azzurro), un’imponente statua dorata (Nostra Signora d’Europa).

PERCHE’ VENIRE: perché l’escursione è un fantastico mix di natura, storia e fede.

COSA PORTARE (oltre al normale equipaggiamento da montagna): mascherina chirurgica (no FFP2 o 3), gel disinfettante per le mani (se occorre lo fornirò io), occhiali da sole, cappellino da sole o bandana, buff o foulard. All’inizio della camminata spiegherò come e quando sarà opportuno utilizzare questi dispositivi e indumenti.

 

Ritrovo: parcheggio viale Repubblica 188, Seregno (SS. 36 direzione Lecco, uscita Seregno S.Salvatore)

Orario: ore 7.30 (oppure direttamente alla chiesa di Fraciscio, frazione di Campodolcino, ore 9.30)

Difficoltà: medio/facile (T/E)

Durata: 4 h 30’ (pause escluse)

Dislivello: 600 metri circa

Quota massima: 1927 metri (statua Nostra Signora d’Europa)

Pranzo: al sacco

Posti: 15

Costo: € 20,00

Pagamento: il giorno dell’escursione

Iscrizioni: entro giovedì 25 giugno 2020

(foto valchiavenna.com)