Sabato 19 ottobre – Le cascate dell’Acquafraggia e gli antichi borghi di Savogno e Dasile

Sabato 19 ottobre 2019

Le cascate dell’Acquafraggia e gli antichi borghi di Savogno e Dasile

 

Natura e cultura si fondono in questa escursione: la forza dell’acqua, che ha creato nei millenni un vero monumento naturale, e l’ingegno dell’uomo, che si è ricavato, nella natura, spazi per vivere e per lavorare.

Dai prati di Borgonuovo di Piuro, poco fuori Chiavenna, si passa accanto alle impressionanti cascate dell’Acquafraggia, un doppio balzo d’acqua alto 170 metri. Si imbocca quindi una fantastica mulattiera selciata, costituita da oltre duemila gradini, che si arrampica in un fitto bosco di castagni fino alle prime case di Savogno.

Passati accanto ad una segheria ad acqua, non più in funzione, si rimonta il dosso su cui sorge Dasile, da cui il panorama si apre su Chiavenna, sulla Val Bregaglia italo/svizzera e sulle sue severe cime di granito.

Dopo una meritata pausa, si ritorna a Savogno che, come Dasile, colpisce per la bellezza delle case in legno e pietra, addossate l’una all’altra. Due luoghi fuori dal tempo, che si lasciano con un po’ di dispiacere. La discesa, rispetto alla via di salita, avviene per un sentiero un po’ più lungo (e meno ripido), che ci riporta comodamente al punto di partenza.

 

Ritrovo: parcheggio viale Repubblica 188, Seregno (SS. 36 direzione Lecco, uscita Seregno S.Salvatore)

Orario: ore 7.30 (oppure direttamente a Borgonuovo di Piuro, parcheggio delle cascate, ore 9.00)

Difficoltà: media (E)

Durata: 4 h (pause escluse)

Dislivello: 600 metri circa

Quota massima: 1032 metri (Dasile)

Pranzo: al sacco o al rifugio Savogno

Posti: 15

Costo: € 20,00 (gratis per gli under 14, accompagnati)

Pagamento: il giorno dell’escursione

Iscrizioni: entro giovedì 17 ottobre 2019